Rete HPH

Ospedali per la Promozione della Salute (Health Promoting Hospital)

Il movimento degli Ospedali per la promozione della salute (HPH, dall'inglese Health Promoting Hospital) rappresenta il tentativo promosso dall' Organizzazione Mondiale della Sanità di introdurre nell'area dell'assistenza ospedaliera i principi e i metodi della promozione della salute, intesa come "processo che mette in grado le persone e le comunità di avere un maggior controllo sulla propria salute e di migliorarla".
Al termine di un progetto pilota a cui ha partecipato anche l’Italia, l’OMS ha stimolato la costituzione di Reti nazionali e regionali di ospedali che promuovono la salute.
 
 
 
La Rete Italiana degli Ospedali per la Promozione della Salute si configura, quindi, come una "rete di reti regionali", pienamente autonome nella gestione delle proprie attività e nei rapporti diretti con i propri ospedali aderenti.
 
In ogni Rete regionale è stato istituito un centro di coordinamento che funge da riferimento e da stimolo per gli ospedali aderenti. Inoltre, è stata individuata la figura del Coordinatore regionale, il quale ha funzioni di coordinamento interno, di rappresentanza e di collegamento con la Rete italiana, con la Rete internazionale, con l'Ufficio europeo dell'OMS e con l'Istituto di sociologia della salute e della medicina L. Boltzmann di Vienna (centro di supporto scientifico e organizzativo della Rete).
Durante la XV Conferenza Internazionale degli Ospedali che Promuovono la Salute, tenutasi nell’aprile 2007 a Vienna, si è realizzata una svolta significativa caratterizzata dal riconoscimento della necessità di integrare in una Rete internazionale non soltanto gli ospedali, ma tutte le articolazioni dei servizi sanitari dedicati alla persona, ed è stato concordato il nuovo Statuto delle Rete Internazionale HPH che accoglie queste nuove istanze.
Attualmente gli ospedali aderenti alle Reti stanno sviluppando numerose iniziative di promozione della salute, soprattutto nei tradizionali campi dell’educazione al paziente cronico, della continuità delle cure, degli stili di vita, della sicurezza sul posto di lavoro e dell’integrazione socio-culturale.
“Il concetto di un ospedale come promotore di salute non significa che l'ospedale abbia cambiato la sua funzione principale da quella curativa a quella di promuovere la salute, ma che ha incorporato nelle propria cultura e nel lavoro quotidiano l'idea della promozione della salute del suo personale, dei pazienti e delle loro famiglie" (dott.ssa Mila Garcia Barbero -  Direttore Ufficio Europeo dell'OMS per i Servizi Sanitari Integrati).
 
 

La Rete HPH della Regione Piemonte

Nella nostra regione la Rete HPH  ha  visto l’Associazione CIPES Piemonte (Confederazione Italiana per la Promozione e l’Educazione Sanitaria) svolgere un ruolo organizzativo e di coordinamento fondamentale  per l’avvio e la successiva attività della rete medesima, che si è poi sviluppata sulla base della programmazione internazionale in due cicli 1998-2002 e 2003- 2006, con una crescente partecipazione da parte di Ospedali e Aziende Sanitarie Piemontesi.
 
Nel corso dell’ultima Conferenza Regionale della Rete,  tenutasi a Torino il 20 febbraio 2007, è stata presentata  la relazione conclusiva della attività della rete HPH piemontese, relativa al quadriennio 2003-2006, che si è concretizzata in progetti aziendali e interaziendali afferenti alle seguenti aree tematiche:
 
-         Ospedale & Territorio;
-         Ospedale senza Dolore;
-         Sicurezza negli Ospedali
 
In questa occasione sono state inoltre poste le premesse per il nuovo ciclo di attività 2008-2011. 
 
 

La rete HPH Aziendale e il Comitato Aziendale della ASL AL

 
Con Deliberazione del Direttore Generale n. 2008/3622 del 19-12-2008  è stata confermata la adesione della nostra Azienda Sanitaria ASL AL alla Rete HPH dell’OMS Europa per il periodo 2008-2011.
 
Sono stati inoltre individuati, nella persona del Direttore Sanitario Dr. Gianfranco GHIAZZA e nella persona della Dr.ssa Paola COSTANZO, rispettivamente il Responsabile ed il coordinatore locale della Rete HPH aziendale ed  è stato costituito il Comitato Aziendale della Rete HPH composto dai seguenti operatori sanitari:
 
  • GHIAZZA Gianfranco Direttore Sanitario ASL AL
  • BELLINI  Roberto Responsabile SOS Terapia del Dolore P.O. Casale Monf.
  • BIANCHI Gian Maria Direttore SOC Anestesia Rianimazione P.O. Novi ligure
  • BRUSA Mauro Referente Educazione Sanitaria
  • CHESSA Francesca Direttore Struttura Qualità, Processi di accreditamento/URP/Comunicazione
  • COSTANZO Paola Responsabile Unità di Gestione Rischio
  • FARAGLI Giancarlo Responsabile Educazione Sanitaria
  • GUAZZO Giuseppe Medico Competente
  • PESTARINO Marco Medico Competente
  • RABAGLIATI Claudio Referente SOS Coordinamento e Supporto PePS
  • RASO Roberto Direttore SOC Epidemiologia
  • REPETTO Carla Responsabile SITRO formazione
  • STURA Roberto Coordinatore Distretti ASL AL
  • TOFANINI Paolo Coordinatore Ospedale/territorio
  • TORTI Francesca  CPSE Coordinatore SITRO Ambito Casale Valenza
 
 
Infine, è stato stabilito di dare continuità alle iniziative intraprese sino ad oggi a livello della rete HPH piemontese, individuando come possibili campi di azione della Rete aziendale lo sviluppo di progetti nell’ambito delle tematiche riguardanti:
-         Ospedale & Territorio;
-         Ospedale senza Dolore;
-         Sicurezza negli Ospedali


Ultimo aggiornamento: 01/07/14